Benessere Psicologico

Dal punto di vista psicologico viene organizzato un gruppo per la diagnosi, la prevenzione, il monitoraggio, il sostegno, la stimolazione cognitiva mediante appositi strumenti. Periodicamente vengono organizzate riunioni  P.A.I. (ogni 6 mesi), al fine di valutare adeguatamente l’andamento psico-fisico di ogni singolo ospite.

Nello specifico il progetto psicologico prevede:

Accoglienza: Colloquio pre-ingresso in struttura o a domicilio se possibile (Psicologa, anziano, famigliare ed eventuale consultazione fisioterapica)

Obiettivo: esplorare motivazioni e aspettative; fornire informazioni; aumentare la consapevolezza nella scelta; stendere un breve profilo psicologico (storia di vita, anamnesi patologica prossima remota, osservazione del paziente, indagine delle funzioni cognitive, del tono dell’umore, dei disturbi comportamentali)

Colloquio ingresso (Psicologa, Infermiera di riferimento, OSS, Fisioterapista)

Obiettivo: facilitare l’inserimento dell’ospite, evidenziare le motivazioni/aspettative dell’ospite e dei suoi famigliari, fornire informazioni, aumentare la consapevolezza nella scelta e dare supporto nel momento dell’inserimento.

Valutazione: Colloquio e osservazione

Obiettivo: Verificare l’adattamento della persona all’ambiente; raccogliere elementi per la costruzione del PAI; rilevare informazioni utili al fine di attivare successivi interventi; monitorare la relazione tra l’ospite e l’ambiente.

Stimolazione cognitiva: individuale o di gruppo

Obiettivo: rallentare il decadimento cognitivo; favorire la coesione e la socializzazione

Sostegno: colloqui o conduzione di gruppi con ospiti e/o famigliari

Obiettivo: Favorire l’adattamento al nuovo contesto; accogliere i bisogni dell’ospite e del famigliare; valorizzare le risorse individuali; favorire le capacità di fronteggiare i continui cambiamenti di contesto; accompagnare i famigliari nelle scelte di fine vita coordinandosi con le altre figure assistenziali coinvolte.

A tal proposito, a partire dal 2018 è nato a Villa dei Tigli un progetto “Raggio di Sole” fondato su un gruppo di mutuo-aiuto al fine di offrire un supporto concreto ai parenti che giornalmente affrontano le difficoltà legate alla tematica dell’invecchiamento e di tutte le conseguenze che esso comporta. Grazie alla collaborazione sinergica delle diverse figure professionali, tale progetto è divenuto negli anni punto di riferimento per molti parenti.

La psicologa è presente in struttura tre volte a settimana, compatibilmente con il livello di collaborazione da parte dell’anziano, vengono effettuati degli interventi di supporto psicologico individuali, all’interno di un contesto protetto, che si basano principalmente sulla conversazione e sulla stimolazione specifica in cui la relazione diventa ponte di comunicazione con lo psicologo che garantisce una presenza attiva nell’équipe multidisciplinare.

La psicologa infine è a disposizione per incontri con i parenti che necessitino di supporto nell’affrontare al meglio l’inserimento in struttura del proprio congiunto.