APERITIVO DELLA BEFANA

APERITIVO DELLA BEFANA

A seguito degli incontri natalizi e di Capodanno non poteva mancare una festa nel giorno dell’Epifania, così gli ospiti di Villa dei Tigli, sabato 6 gennaio, hanno potuto trascorrere una nuova giornata d’incontro e socializzazione.
Al mattino una lunga conversazione ha messo a confronto le tradizioni ed usanze di ieri e di oggi nel giorno dell’Epifania, è emerso così che a distanza di pochi anni si è passati dall’idea che la Befana portava frutta (mandarini, noci o arachidi) ai dolci più originali (carbone di zucchero, monete di cioccolato), fino ai giorni nostri in cui le calze sono colme di giochi, quasi come un secondo Natale.

Nel pomeriggio il salone polivalente ha accolto gli ospiti, i famigliari e tutto lo staff, la musica ha animato il divertente ballo della scopa, in cui occorreva effettuare esercizi a ritmo con una graziosa scopa in mano decorata per l’occasione, a chi restava la scopa allo stop della melodia ahimè doveva subire una penitenza, il più delle volte si trattava di un indovinello inerente alla festa, oppure bisognava spingere la palla nel “sacco della befana” con l’ausilio della scopa.
Dopo la merenda gli ospiti sono stati invitati a partecipare alla Santa Messa solenne officiata da Don Mario Ruatta.

Ad animare la Celebrazione il coro parrocchiale di Via dei Romani, una piccola frazione vicino a Cervignasco in provincia di Cuneo. A proclamare inni e lodi al Signore le soavi voci del coro erano accompagnate dalla dolce melodia di un flauto e di una tastiera. A concludere la Santa Messa il canto “Astro del ciel” a più voci guidato dal suono del tamburo, al termine del quale un immenso applauso è risuonato nella Cappella di Villa dei Tigli.

Ad attendere gli ospiti, il parroco e la corale nella veranda della struttura un ricco banchetto con bevande, patatine e stuzzichini per creare un momento di allegria e concludere la lunga serie di festività natalizie in un clima sereno e famigliare.

Lascia un commento

Chiudi il menu